giovedì 21 marzo 2013

RECENSIONE: Hybrid


· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·
Titolo: Hybrid - Quel che resta di me
Titolo originale: What's left of me
Autore: Kat Zhang
Pagine: 416
Editore: Giunti Y
Prezzo: € 14,50
Rating: 

    
· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·
Trama
In un mondo alternativo, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l’anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell’infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un’aberrazione da correggere.
Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l’altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l’una dell’altra. Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l’esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·
Recensione
Devo dire che gli ultimi libri letti mi hanno davvero colpito e "Hybrid" non è da meno. Mentre lo leggevo riflettevo tantissimo, trasportavo tutto ciò che succedeva su un piano non narrativo e riuscivo a scorgere gli insegnamenti o semplicemente gli input che la giovane autrice Kat voleva dare. Purtroppo, siccome ci ho messo un pò a leggerlo per via di tantissimi impegni quotidiani, non me li sono scritti tutti, quindi ecco quello che mi è rimasto e, di conseguenza, che più mi ha colpito.



Innanzitutto ci troviamo in un futuro distopico, in America. Non vengono date particolari descrizioni della società in cui la vicenda si svolge, ma il lettore viene informato di una precedente guerra che ha sconvolto la nazione e l'ha isolata dal resto del mondo come se fosse un'ancora di salvezza in mezzo ad un pianeta alla deriva. Si tratta di una guerra di umani contro ibridi, Hybrids per l'appunto. Ecco il punto forte del libro: se nelle prime pagine ero altamente scettica per l'introduzione di una caratteristica così peculiare e già utilizzata dalla Meyer in "The Host", Kat Zhang mi ha fatto ricredere già dal secondo capitolo: la presenza di due stesse anime all'interno di un solo corpo viene elaborata e orchestrata in un ingegnoso modo che frutta all'autrice un meritatissimo "Complimenti per la fantasia!".

La protagonista della vicenda è l'incredibile contenitore Addie/Eva. Dico contenitore perché il corpo "contiene" sia Addie, l'anima predominante, che Eva, l'anima recessiva - sono infatti un essere definito Ibrido, non umano. Eva sarebbe già dovuta scomparire da un bel pò, eppure è ancora lì. Da 3 anni Addie finge con il mondo per nascondere la presenza di Eva e il solo pensiero di separarsene è un peso troppo insopportabile per entrambe. Kat Zhang ha caratterizzato in modo brillante le due ragazze: anche se la voce narrante è Eva, sappiamo quasi tutto di Addie e il legame che le unisce è solido come il cordone ombelicale che le ha fatte nascere. Ripensando all'inizio e alla fine del libro, riesco a percepire perfettamente il cambiamento che le due ragazze subiscono: la crescita dei personaggi è tangibile come fosse reale e arrivare alla fine è come tirare una boccata d'aria dopo un pianto lungo ed estenuante, che ti impediva di riempire i polmoni.

La cosa che ho più ho apprezzato di questo romanzo e anche la parola con il quale lo definirei, ovvero inaspettato. Si, perchè nulla di quello che la Zhang scrive è lontanamente un cliché. Un'amicizia inaspettata: Hally/Lizzie sono un personaggio complesso e ricco di sfumature. Una famiglia non perfetta e della quale non ci si può fidare, cosa che fino a questo momento non avevo mai trovato in un distopico. Devon/Ryan, un ragazzo che ha tutte le carte in regola per diventare l'oggetto del desiderio, ma che l'autrice sfrutta e se la gioca bene, rendendolo speciale e facendoci assaporare la loro storia pian piano, passo dopo passo e pagina dopo pagina.

Lo so che non ho parlato molto della storia, ma davvero non vorrei far diventare questo post un papiro. Ci tengo solo a puntualizzare due cose importanti, la prima sullo stile e la seconda sul contenuto.

L'autrice è al suo esordio e se la cava brillantemente. Uno stile semplice, che scorre come una linea, senza troppi termini ricercati o concetti astrusi. Le cose vengono dette in modo schietto, così come stanno ed è stata la cosa che più ho apprezzato.

Per quanto riguarda il messaggio, invece, ciò che ho letto nelle parole di "Hybrid" mi pare essere un monito forte e chiaro: siete davvero chi volete essere, o è la società a deciderlo per voi? Vi conoscete davvero, in ogni piccola sfumatura, o lasciate che ci sia qualcuno a costruirvi a modo suo "perché così è meglio"? Con questo libro, Kat Zhang mi dice di guardarmi bene dagli stereotipi che mi circondano, perché cercheranno di insinuarsi e di aggiustarci fino a che non saremo come piace a loro - perchè così saremo tutti perfetti e in ordine e vivremo in un paradiso senza nessun pericolo

... in breve ...
Cosa mi è piaciuto:

  • la capacità dell'autrice di saper utilizzare gli elementi giusti al momento giusto, ovvero di saper dare priorità e peso alle cose.
  • le relazioni che si instaurano tra i vari personaggi e i personaggi stessi; prima non li ho citati, ma Kitty, Cal e Jamie mi hanno davvero rapito il cuore (adorabili cuccioli ❤ )
Cosa non mi è piaciuto: se proprio devo andare a cercare il cavillo, direi le ultime pagine molto frettolose. Ma c'è pur sempre un seguito! :D 

Frasi Preferite
Invece che lasciarvi le frasi che mi hanno colpito, ho deciso di lasciarvi le prime righe del romanzo e il link per leggere il prologo e il primo capitolo dal sito della Giunt Y!
«Io e Addie siamo nate nello stesso corpo. Le dita spettrali delle nostre anime erano strettamente intrecciate prima ancora che cominciassimo a respirare. I primi anni insieme sono stati anche i più felici. Poi sono cominciate le preoccupazioni, le labbra strette dei nostri genitori, le fronti corrugate delle insegnanti della scuola materna, le domande che tutti pronunciavano a mezza voce quando pensavano che non stessimo ascoltando.
"Perché non cominciano a stabilizzarsi?" »

Concludo, infine, lasciandovi il booktrailer che rispecchia molto bene il libro in molte delle sue componenti. (la Giunti non si fa mancare proprio niente!)


A presto bella gente,
Giuls

9 commenti:

  1. Il trailer è proprio fantastico :)
    Io non vedo l'ora che mi arrivi... penso che lo divorerò subito non appena lo vedo D: mannaggia alle poste che ci mettono una vita!
    L'idea in sè mi affascina un sacco e poi se dite tutti che non c'entra niente con L'ospite mi fido v.v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dagli la precedenza Deny, assolutamente!! :D

      Elimina
    2. Quando mai arriva y___y

      Elimina
  2. Bella recensione, sono contenta non abbia nulla a che fare con L'ospite. Non vedo l'ora di leggerlo, non ci sono che recensioni positive ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, nulla a che vedere! :D Sono stata contentissima anche io che abbia evitato una scopiazzata!

      Elimina
  3. Giuuuuuls, oddio quanto mi mancava una tua recensione. Ultimamente ti fai desiderare molto qui sul blog e avevo una voglia matta di leggere un bel post.
    Hybrid mi è arrivato la settimana scorsa, ma prima ho altre letture da portare a termine, sicuramente mi ispira moltissimo e leggere questa tua recensione aumenta esponenzialmente la mia curiosità.
    Trovare originalità ultimamente è difficile e sapere che quest'autrice al suo esordio è riuscita a colpire in pieno, beh, rende il tutto ancora migliore.
    Non vedo l'ora di leggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che meraviglia che deve essere in cartaceo :')
      Sono contentissima di essere riuscita a scrivere una recensione, non lo facevo da tanto e mi mancava tremendamente!

      Elimina
  4. che invidia! voglio leggerlo anch'io! devo solo trovare un po' di tempo per andare in libreria-.-'
    nel frattempo, passa a dare una sbirciatina nel nostro blog
    http://lenostreparolerev.blogspot.it/
    se ti piace, unisciti e lascia un commento=)

    RispondiElimina
  5. Oh fantastico! Sono sicura che mi piacerà!!! Ho già l'ebook! :) Mi manca solo un po' di tempo in più :P

    RispondiElimina